11,5 milioni di euro raccolti dalle organizzazioni certificate Donazioni Sicure

Sab 23.09.2023

Le organizzazioni certificate Donazioni Sicure dell'Alto Adige raccolgono ogni anno donazioni per 11,5 milioni di euro.
Tre nuove organizzazioni e 25 organizzazioni precedentemente certificate hanno superato con successo l'ispezione da parte della Commissione di Garanzia Donazioni Sicure e potranno quindi utilizzarne il sigillo per i prossimi tre anni.
Il sistema di garanzia è stato sviluppato oltre 15 anni fa su iniziativa della Federazione per il Sociale e la Sanità: ispirato a sistemi di certificazione comparabili in Italia e in altri paesi, è gestito in collaborazione tra la Federazione, l‘Organizzazione per Un mondo solidale e la Federazione delle Associazioni Sportive dell'Alto Adige.
Le organizzazioni certificate dal sigillo Donazioni Sicure sono attive in diversi ambiti, ma soprattutto nel settore sociale o sanitario e in progetti di cooperazione allo sviluppo. Si tratta di organizzazioni no-profit che realizzano un fatturato complessivo annuo di oltre 60 milioni di euro e che raccolgono oltre 11,5 milioni di euro tra donazioni e contributi del cinque per mille. Oltre dalle donazioni, il lavoro delle organizzazioni è sostenuto da innumerevoli volontari, tra cui anche i presidenti.
Anche quest’anno si conferma quindi che tutte le organizzazioni certificate hanno un'amministrazione trasparente e un'attenta gestione delle donazioni, attestando così la loro affidabilità. A tal fine, si richiede loro di presentare ogni anno la documentazione riguardante i contenuti, i metodi di lavoro e la gestione finanziaria. Il tutto viene esaminato dettagliatamente da una Commissione di garanzia indipendente composta da esperti volontari. Se non ci sono dubbi, si conferma la certificazione o il mantenimento della stessa; in caso contrario, le organizzazioni devono apportare migliorie per non correre il rischio di perdere il sigillo di garanzia.
La maggior parte delle organizzazioni che raccolgono donazioni in Alto Adige vengono ricertificate più volte da molti anni. Viene richiesto di dimostrare trasparenza e serietà e soddisfare tutti i requisiti legali. La riforma del terzo settore ha comportato l’aggiunta di nuovi requisiti da soddisfare per la maggior parte delle organizzazioni no profit: tali prerogative costituiscono anche prerequisiti per la certificazione.
Ad esempio, tutti i rendiconti finanziari annuali e tutti i bilanci devono ora essere preparati in modo specifico, un procedimento che per alcune organizzazioni comporta ingenti sforzi. Per questo motivo la certificazione è spesso accompagnata da più momenti di chiarimento, per i quali è a disposizione l'Ufficio Donazioni Sicure presso la Federazione per il Sociale e la Sanità.